Mercoledì, 28 Novembre 2018 10:26

SUCCESSO IN SICILIA DELLO SCIOPERO NAZIONALE DI MEDICI, VETERINARI E ANESTESISTI. IN CENTINAIA AL SIT-IN DI PALERMO

 

COMUNICATO STAMPA
segreteria Anaao Assomed Sicilia

Centinaia di medici, veterinari e dirigenti sanitari in rappresentanza di migliaia di medici siciliani, si sono ritrovati stamani davanti alla sede dell'assessorato regionale alla a Sanità in piazza Ziino a Palermo al sit in promosso dalle principali sigle sindacali tra cui ANAAO ASSOMED in Sicilia in occasione dello sciopero nazionale di 24 ore. "Tra le nostre rivendicazioni - ha affermato la segreteria regionale ANAAO ASSOMED guidata da Toni Palermo- la principale è la garanzia del diritto dei medici a curare e del cittadino ad essere curato in tempi celeri. Ma anche il rispetto dell'orario di lavoro, il finanziamento di tremila contratti di formazione specialistica, la programmazione del fabbisogno formativo per arginare il vuoto causato dai prossimi pensionamenti. Già entro la fine dell'anno si prevedono 10mila medici in meno, 40 mila nei prossimi quattro anni. Un'emorragia che comporterà l'impossibilità di garantire un'adeguata assistenza sanitaria ai pazienti. Ma soprattutto lo sciopero è stato organizzato in difesa della dignità dei pazienti e dei medici e per il nostro  
futuro come professionisti all'interno della Sanità pubblica". La protesta ha intanto ottenuto un risultato positivo: il direttore generale dell'assessorato alla Sanità, Mario La Rocca, sceso in piazza, ha comunicato ai manifestanti che l'assessore regionale alla Sanità  Ruggero Razza ha disposto l'accantonamento dei fondi di competenza regionale pari al 3,48% per il rinnovo contrattuale della dirigenza  sanitaria.
"Accogliamo con favore la notizia ma ci aspettiamo un segnale dal Governo nazionale -ha sottolineato Palermo-. Lo sciopero di oggi non era diretto solo al Governo siciliano che ha dato intanto una  risposta, ma anche e soprattutto all'Esecutivo nazionale. Non ci fermeremo finché non riusciremo ad ottenere ciò che chiediamo".

Palermo, 24 novembre 2018

COMUNICATO STAMPA
segreteria Anaao Assomed Sicilia

Centinaia di medici, veterinari e dirigenti sanitari in rappresentanza  
di migliaia di medici siciliani, si sono ritrovati stamani davanti  
alla sede dell'assessorato regionale alla a Sanità in piazza Ziino a  
Palermo al sit in promosso dalle principali sigle sindacali tra cui  
ANAAO ASSOMED in Sicilia in occasione dello sciopero nazionale di 24  
ore.
"Tra le nostre rivendicazioni - ha affermato la segreteria regionale  
ANAAO ASSOMED guidata da Toni Palermo- la principale è la garanzia del  
diritto dei medici a curare e del cittadino ad essere curato in tempi  
celeri. Ma anche il rispetto dell'orario di lavoro, il finanziamento  
di tremila contratti di formazione specialistica, la programmazione  
del fabbisogno formativo per arginare il vuoto causato dai prossimi  
pensionamenti. Già entro la fine dell'anno si prevedono 10mila medici  
in meno, 40 mila nei prossimi quattro anni. Un'emorragia che  
comporterà l'impossibilità di garantire un'adeguata assistenza  
sanitaria ai pazienti. Ma soprattutto lo sciopero è stato organizzato  
in difesa della dignità dei pazienti e dei medici e per il nostro  
futuro come professionisti all'interno della Sanità pubblica".
La protesta ha intanto ottenuto un risultato positivo: il direttore  
generale dell'assessorato alla Sanità, Mario La Rocca, sceso in  
piazza, ha comunicato ai manifestanti che l'assessore regionale alla  
Sanità  Ruggero Razza ha disposto l'accantonamento dei fondi di  
competenza regionale pari al 3,48% per il rinnovo contrattuale della  
dirigenza  sanitaria.
"Accogliamo con favore la notizia ma ci aspettiamo un segnale dal  
Governo nazionale -ha sottolineato Palermo-. Lo sciopero di oggi non  
era diretto solo al Governo siciliano che ha dato intanto una  
risposta, ma anche e soprattutto all'Esecutivo nazionale. Non ci  
fermeremo finché non riusciremo ad ottenere ciò che chiediamo".